forse

giovedì 9 agosto 2018

Sex and the vax

immagine dal web
Fa molto "Gazzetta di Paperopoli" la notizia della capotreno che in preda all'esasperazione ha esternato il suo pensiero all'interfono come fosse su Facebook. Di conseguenza il classico ricercatore nerd  si è precipitato a digitare allo scandalo fino alla stampa nazionale... che se ne occupa con toni esagerati.
Forse fa tropo caldo.
Ieri ho espresso un'opinione sotto il post di un amico circa i vaccini: "proporrei piuttosto le cure a pagamento per i non vaccinati e la responsabilità civile per i genitori in caso di contagi" questo è ciò che scritto.
Suppongo che le primipare attempate sono incattivite perché si astengono dal praticare sesso dai tempi del primo test di gravidanza positivo, ma la teoria del complotto è una vera esagerazione.
Troppo noioso riportare le assurdità a sostegno del no vax ad oltranza, la verità è che ciascuno dovrebbe affidarsi al proprio medico perché le procedure per non vaccinare il bambino che ne potrebbe essere danneggiato esistono... tutto il resto sono fissazioni.
La salute pubblica non dovrebbe essere oggetto di opinione o scontro politico... altrimenti voglio discutere sul divieto di fumo nei luoghi pubblici e modificare la soglia del colesterolo nelle analisi.
Quindi con la mia abituale irriverenza consiglio le fanatiche in questione di aprire le gambe e chiudere la bocca.