forse

martedì 12 marzo 2013

Distrazione

Ieri deliravo davvero e non ho scritto nulla, ho dormito, dormito e dormito.
Ho un fisico eccezionale, ho avuto fino a 39.8°, Angelo è un violinista, ma ieri ero un concerto di capodanno.
Con Lady Influenza abbiamo guardato un po' di tv, parlato al telefono con qualcuno, ma ho ricordi vaghi di atmosfere angoscianti, ho letto abbastanza fantascienza da immaginare i peggiori scenari, siamo cresciuti con la paura della guerra atomica e a questa guerra, che stiamo perdendo, non eravamo preparati.
Quando dicono che il peggio ha da venire è come dire che tutti i giorni arriva la notte, ma ognuno immagina il suo peggio personale, anche il male è soggettivo.
Il passaggio intermedio fra il combattere l'obesità dilagante ed occuparsi di chi non ha da mangiare manca, io non me lo ricordo, mi sento distratta.