forse

sabato 29 aprile 2017

I finti buoni

Ho saputo che a più d'uno capita di ammalarsi proprio per le feste: sono a casa con una bella luna piena sulla guancia dopo essermi sbarazzata dell'ultima cosa che aveva a che spartire col giudizio.
Almeno non fa male però non sono la stessa tizia che sta sulle foto dei documenti e gli amici mi prendono in giro. Passa che non posso mangiare... ma neanche un bicchiere di vino fa tristezza.
Non mi piacciono le persone che si prendono troppo sul serio, quelli privi di sense of humor che si mettono a fare gli offesi quando sarebbe il caso di scusarsi perché si credono immuni da quell'essere imperfetti che ci rende umani.
In fin dei conti penso che se uno si mette i rialzi dentro lo scarpe si sente basso nell'anima.
Succede anche a me di conoscere fatti da farci una puntata di Report, ma il Procuratore di Catania non mi sembra uno squilibrato e le cose che ha detto non fanno certo di tutta l'erba un fascio.
Quello che mi preoccupa e come gli han dato addosso: dopo si finisce a tacere per paura, magari preferisce un'azione disciplinare che finire ammazzato.
In qualche modo l'ha detto pure il Papa che i peggiori di tutti sono i finti buoni e i finti buoni che ci guadagnano sono pure pericolosi.