forse

giovedì 9 febbraio 2017

Problemi e attualità

Quando cominciarono a postare le frasi di Fabio Volo su Facebook più o meno come noi scrivevamo quelle di Che Guevara sui banchi della scuola, un cambiamento era prevedibile.
Infatti ho assistito alle coppie di fatto cane-umano scrivere frasi contro gli altri cristiani "incapaci di amare come un vero cane" i vegani ricoprire di insulti gli onnivori e gente che se ne infischia se qualche bambino muore di freddo e stenti, ma promuove grandi raccolte fondi per quadrupedi.
Facile relazionarsi con chi non può risponderti eh?
Campagne contro i maltrattamenti agli animali come piovesse, perché tortura e pena di morte si vede che gli umani se la meritano.
Umani disumani che mi viene voglia di invitarli a cena e servire loro una bella porzione di croccantini dietetici.
Ma le cose quando possono peggiorare lo faranno.
Quel numero di persone a tre zeri non sono tutti veri amici, molti sono i classici amici degli amici che per la teoria dei sei gradi di separazione: "prego si accomodi", tanto ormai l'abbiamo piantata con le frasi di Fabio Volo no?
... già...
Adesso leggo post che parlano di colecisti, risultati di analisi del sangue e vari dettagli scabrosi della vita privata di questi estranei che si offendono pure se  non gli piazzi un bel "like" sotto al colesterolo.
Pensavo che quanto a schifo in questi giorni sarebbe bastato il festival di Sanremo, sempre meglio che occuparsi delle cose serie no?