forse

venerdì 10 aprile 2015

Il peso degli anni

Geremiah (Alan Ford)
La buona alimentazione, la medicina e magari anche l'abbigliamento ci rendono sempre più difficoltoso assegnare un'età anagrafica alla gente, sembriamo tutti più giovani, ma la vera età traspare da infallibili indizi rivelatori.
Il tizio lampadato con il giubbotto sgargiante e i jeans che non riesce a staccare gli occhi dai lavori in corso ha sicuramente superato i 65.
Quello che vi mostra dell'interesse, ma vi invita solo a "bere qualcosa" ha qualche timore per il "dopo-cena", ne ha più di 60.
La bella ragazza strizzata in indumenti giovanili con un eccesso di accessori pendant e un trucco da sera prima elle 18,  ha tagliato il traguardo dei 40, 
Se preferisce un abbigliamento sobrio i 40 si manifestano con fissazioni alimentari e miracolose medicine alternative.
Quella che porta i capelli come un manichino di Coin e possiede un bel fisico che espone con leggings e giubbottini corti anche con 18 gradi sottozero: ne ha più di 50.
Il giovanotto con quell'assurdo berretto da baseball ha superato i 40 e così nasconde la calvizie che avanza e lo spazio vuoto del cervello mancante.
La tizia che vi aggredisce con le ricette di cucina fino a farvi addormentare ne ha più di  60, se vi spiega come dovreste stare al mondo? ... over 70 come il bastardo che vi ruba il posto in coda alla cassa ed ha sempre una fretta tremenda di non aver più nient'altro da fare che osservare un cantiere finché c'è la luce del giorno.
Quello che non capisco è per quale motivo dovremmo sopportarlo noi il loro "peso degli anni"