forse

mercoledì 10 dicembre 2014

Solidarietà

immagine dal web
In onore di queste poche ore non siberiane ho fatto una passeggiata per il centro, semplicemente perché mi trovo già in centro, insomma ho fatto un giretto qui attorno.
Naturalmente è tutto natalizio, pure le farmacie hanno fatto le vetrine di Natale e con la mia solita fantasia mi sono immaginata un torrone al cioccolato che cura la lombo-sciatalgia e supposte alla glicerina in confezione regalo da mandare a chi so... tutti abbiamo qualcuno che manderemmo a fare i bisognini con una certa classe.
Ho visto un vero delirio di offerte natalizie di profumi, saponi e belletti vari pieni di fiocchi e stelline con i lampeggianti per le "idee-regalo".
Per favore non fatelo!.
Prima di tutto non è bello regalare cose tanto personali, mentre con chi siete in confidenza... non azzardatevi a mettere il "solito" profumo sotto l'albero per la vostra compagna, vi costerebbe veramente molto caro.
Il profumo non si regala solo perché è costoso, optate per un salmone, almeno non se lo metteranno addosso.
Se non sapete cosa regalare scegliete dei libri, anche una capra si può trattare da intellettuale regalando un libro, mentre la stessa capra si farà il bagno fino a febbraio con quel dannato profumo... lasciate perdere, ove possibile levatevi di torno le persone sgradevoli, quelle a cui il regalo va fatto "per forza".
Regalate sorrisi e conforto a chi non ce l'ha, regalate solidarietà, fa pure bene... altro che farmacia.