forse

giovedì 27 novembre 2014

Spiccioli di libertà

Ho bisogno di aiuto domestico e conforto morale... se fossi un uomo mi cercherei una donna. 
Invece mi avvalgo del supporto professionale di una persona che faccia ritornare la mia cucina come prima di preparare una cena per otto e per il conforto morale non ho mai dubbi: basta un bancomat.
Mi accontento di poco, adoro questo piccolo ventilatore usb con il braccetto orientabile, somiglia a Edi, mi tiene compagnia mentre evito con cura la domanda "chi me l'ha fatto fare?".
Faccio piccole passeggiate in centro per abituarmi gradualmente alle feste imminenti: regali, panettoni e tanto sonno.
Ho imparato a trascorrere ogni giorno qualche minuto gustando il sapore del sollievo per cose e persone noiose ed opprimenti che stanno magicamente fuori dalla mia vita.
Il sapore del sollievo è buono, sa di fresco e da quel senso di serenità come quando hai pagato tutte le tasse: una vera meraviglia.
L'opposto del rimpianto non saprei come chiamarlo, sollievo è restrittivo quando ti ritrovi a pensare: "ma che bello, nessuno cercherà di insegnarmi il bon ton esprimendosi come un facchino" oppure "posso continuare ad essere contraria all'omeopatia e non devo mandare avanti nessuna catena di sant'Antonio".
Quanta bella libertà spicciola si guadagna con pochi e ben mirati vaff@.