forse

domenica 12 ottobre 2014

Siamo tutti di Genova

immagine di l'unionesarda.it
Oggi sono arrabbiata.
Il mio massimo livello di ira sono le lacrime, non piango per nessun'altra ragione, se frigno è perché sono nera: sono stata a guardare una diretta da Genova su quello che è accaduto e tutto quello che non accade!
Lo Stato li sta ignorando!
Provate a immaginare di subire una catastrofe del genere mentre il vostro sindaco è a teatro, mentre la vostra vita naufraga nel fango: ai piani alti è tutto un lavarsene le mani, magari mandando qualche avviso di garanzia ad un meteorologo.
Persone che si spaccano in quattro per avere una bella casa, un'automobile e magari un'attività commerciale, ricordi di famiglia, libri, scorte alimentari ... tutto perduto nel fango con la prospettiva di aspettare e subire assurde trafile burocratiche per avere quattro spiccioli chissà-quando.
Allertare i cittadini con un sms a cosa serve? "prendi tutta la tua roba e portala in terzo piano"? 
Porterei qualche camion di fango a sommergere le belle case dei governanti, così... tanto per vedere in quanto tempo si autorisarciscono.

Piove, governo ladro e dopo la pioggia ladro rimane.