forse

venerdì 4 gennaio 2013

On the road

Esiste un'oscura legge fisica per cui mezzo litro di caffè è molto meno di mezzo litro di qualunque altro liquido.
Quando è così tardi, io, vorrei arrendermi, ma non saprei a chi o a che cosa.
Prima di addormentarmi, questa notte, avevo in mente un sacco di brillanti soluzioni per altrettanti problemi immaginari, tra queste, la migliore mi era sembrata quella di spalmare le mie aspettative e le mie esigenze su più poli.
Qualunque cosa trae giovamento in stabilità, poggiando su più punti: figuriamoci la mia anima tormentata.
Ho pensato che si moltiplicherebbero anche ansie e preoccupazioni, ma, in situazioni così fantasiose è come correre: si smette di pensare... quando i problemi diventano cose come: non sbagliarsi di nome, di giorno e di orario, sbagliando continuamente tutto.
Sbagliare è un'arte complicata.
A volte mi sembra di vedere della disperazione, un po' nascosta, dietro ad un albero, in fondo al viale, non ne ho certezza, ma io non ho più voglia di combattere guerre di quel genere, no, io sarò protetta da un esercito e, di lei, nemmeno mi accorgerò.
Devo ripescare la mia patente C per riprendere l'autobus.