forse

mercoledì 15 marzo 2017

Ammazzato il buon senso

Fine vita e più o meno legittima difesa sono situazioni che ciascuno ci si dovrebbe trovare per capire e forse più di volere delle leggi potremmo avere dei comitati etici per valutare caso per caso.
Personalmente, per quanto mi piaccia reputarmi non violenta, il pensiero di mia figlia in pericolo mi trasforma in una belva assassina capace di uccidere a mani nude... ma questa è l'immaginazione.
Sempre immaginando un'esistenza a letto tra flebo e pannoloni, non voglio vivere no... ma se si trattasse di perdere l'ultima puntata di Grey's anatomy rimanderei di certo.
Il ristoratore di Lodi ha vissuto un dramma, forse ha esagerato? Non si sa, ma chi può dire a lui cosa è sembrato di vivere e quali pericoli ha immaginato di reagire.
Certo c'è scappato il morto e farne un eroe mi sembra esagerato quanto indagarlo per omicidio volontario, forse prima di formulare capi d'imputazione allarmanti sarebbe meglio portare a termine le indagini, soprattutto quelle a discolpa dell'indagato.
Dovremmo tenere un avvocato accanto all'antifurto?
Quanto alle strumentalizzazioni di fatti drammatici per scopi politici non siamo alla frutta, ma all'ammazzacaffè, sempre che non abbiano arrestato pure quello.