forse

martedì 7 febbraio 2017

Insetti

Magari la faccenda delle vite precedenti è vera, spiegherebbe la rabbia e lo sgomento che provo quando leggo storie dell'epoca del fascismo o guardo dei film.
Mi sento matta perché vorrei evitarli come si evitano tutte le cose che procurano dolore, invece leggo, guardo e ascolto e ci sto male,
Stranamente riesco ad essere tollerante con persone detestabili di questa vita, ma se vedo un'immagine di Mussolini provo un odio profondo, qualcosa che rasenta la violenza fisica: assurdo volere morto un morto, probabilmente sono geneticamente antifascista.
Si fa presto a condannare le ingiustizie, ma serve un'unità di misura per individuare la giustizia che dovrebbe essere qualcosa di più ampio e universale di codici e leggi scritte, la giustizia è il bene, il bene di tutti, l'opposto del male... in fondo che ci vuole?
Nessuno avrà mai ragioni convincenti per giustificare tanta ottusa crudeltà perché chi si sente costretto a sopprimere chi la pensa differente è meno di zero.
Quindi mi prenoto una postazione antifascista anche per le prossime vite augurandomi che fascisti, xenofobi e gente che non mi riesce di definire precisamente umana si vada a reincarnare in qualche insetto o quelle forme di vita cui non si farebbe troppo caso.