forse

giovedì 19 gennaio 2017

Dove andremo a finire

Quando leggo i post di persone orribili e piuttosto ignoranti pieni di odio verso i rifugiati e stupidaggini confezionate con le cose che non hanno capito mi vengono gli stessi sintomi di gastrite di quando vedo un adulto che alza le mani contro un bambino, credo sia rabbia.
Penso che questa gente disgraziata magari va anche in chiesa alla domenica e compie vari rituali per convincersi di vivere nel giusto.
Allora mi piace immaginare un San Pietro sul portone del paradiso con una sciarpa rossa attorno al collo che abbraccia i medici senza frontiere e quelli di altre associazioni umanitarie mentre ridendo dice: "Non importa se non ci hai mai creduto, quassù i diritti li rispettiamo sempre."
Di fronte Lucifero alla reception dell'inferno con una bella scritta "prima gli italiani" che ride come un matto mentre consegna numeri elimina code ai bravi cristiani che sistemerà nei vari gironi e a quelli che protestano dice: "state tranquilli, qui non c'è mai stato uno sbarco, vanno tutti di là..."
Questo sognare a fumetti mi calma perché mi verrebbe da rispondere a quei post che invece voglio ignorare: ormai sono troppo adulta per credere che certe persone possano veramente ragionare, chi alza la voce ha torto per default.