forse

sabato 12 novembre 2016

Vederci chiaro

La mia famosa vicina, quella che mi soffia il fumo in faccia e cose varie possiede anche dei lati positivi.
Tiene uno dei miei libri (con la dedica) in soggiorno come una reliquia, cucina bene, mi fa la guardia al parcheggio e dopo essersi fatta spiegare che cos'è il CNEL ha deciso che voterà NO.
A volte non capisco se piange o ride perché fa lo stesso rumore, ma le cose che non comprendo del mio prossimo sono tantissime.
Quindi coltivo questo rapporto di odio-amore e quieto vivere barattando consulenze tecniche con sformati al formaggio.
Ultimamente si fa dare ripetizioni di Whatsapp e con una candida confessione mi ha spalancato un mondo sconosciuto: c'è chi non indossa occhiali da vista per semplice vanità!
...e per forza che non mi vedono le rughe sulla faccia, non riescono a leggere i messaggi e non fanno la lista della spesa; preferiscono vivere in un pianeta sfuocato ed approssimativo con l'assurda convinzione che l'occhiale invecchi.
Non sono d'accordo: Mister Magoo fa un sacco di cose strane e non sembra giovane.
Alla terza lezione di Whatsapp ho dovuto darle i compiti per casa: "o ti metti gli occhiali o ti prendi uno smartphone da 42 pollici."
Sarebbero preferibili gli occhiali, le serviranno il 4 di dicembre, quando andremo a votare NO.