forse

venerdì 5 agosto 2016

Logiche magie

La fortuna sono le cose belle che succedono da sole. 
Penso che accadano di continuo e la vera fortuna è il riuscire a vederle, per questo è meglio fare attenzione di mantenere lo sguardo sul confine sottile tra i sogni e la realtà ed evitare di mettere a fuoco concetti idioti come "impossibile" perché tutto quello che si può immaginare può anche esistere.
Ormai ho l'impressione di parlarci con le mie piante, insomma una forma di comunicazione umano-vegetale, eppure efficace e spesso più appagante di tanti discorsi inutili pieni di punti interrogativi e sottintesi.
Nel vaso della citronella, dietro all'artemisia stellerina e gli alberelli di arancio amaro ho visto una macchia di un bel rosa intenso... era un gladiolo selvatico!
Quello che ho provato è stata proprio gioia come quando Paperone trova un cent per la strada.
Così, mentre il tizio con il nome di un'acqua minerale si annoia e guarda che cosa avrebbe perso, mi sento di tranquillizzare più di qualcuno precisando che per "perdere" qualunque cosa è necessario prima possederla.
Allora tutti quelli che credono di aver "perso" le cose che non hanno avuto il coraggio di avere: si sbagliano: nessuno può perdere un bel tramonto perché i tramonti non sono di nessuno.