forse

lunedì 23 maggio 2016

Molestie rosa

Oggi faccio testamento perché non sono più giovane, ma nemmeno anziana: sono una #DannataDonna  di una "certa età" odioso modo di definire un'età adulta tutt'altro che certa.
Sono andata in farmacia molto presto e prima di me c'era una signora con tanto profumo da farmi adottare la distanza di sicurezza che è tre volte quella di cortesia. Nemmeno l'avrei notata se non fosse che ha scavalcato il banco per mostrare le gambe al farmacista.
La signora in questione aveva un età tra i 60 e i 70, indossava un corto vestito bianco, giacchino rosso e scarpe rosse e bianche: se non avesse fatto tutte quelle scene - si sarebbe detta una piacente signora piuttosto elegante.
Il farmacista non è un tipo appetibile (a me ricorda Frankenstein), ma la signora ha tentato ugualmente di sedurlo mostrandogli 'ste gambe. 
Lui era palesemente imbarazzato e cercava di convincerla a ritornare dalla parte giusta del banco, allora lei si è giocata l'asso dicendogli: "Vuole vederle senza le calze?".
Frankenstein ha  respinto le avances con decisione, è andato nel retro a prenderle qualcosa e a lei non è rimasto che pagare e andarsene.
Beh, vorrei chiedere a mia figlia e chi mi starà vicino di controllare che io indossi gli occhiali quando e se mai andrò a rimorchiare dopo i 60, facendomi presente che i vecchi provoloni si sono sempre rivolti a quelle belle sotto i 25 e non a rospi over 50... ché probabilmente adesso abbiamo le quote rosa pure per le molestie sessuali.