forse

venerdì 27 maggio 2016

Cambierà

Pare che lo spostamento dei mobili di casa sia un passatempo amato da noi #DannateDonne.
Abbiamo un vasto repertorio di "cambio del panorama" normalmente proporzionato all'entità del disagio interiore, insomma noi toste non andiamo in analisi, preferiamo l'Ikea, Maison du Monde e all'occorrenza il Brico.
Per un brutto divorzio si comincia tagliandosi i capelli e possiamo arrivare anche al trasloco, evento considerato come un lutto quanto a stress; ritengo che la sperimentazione dello stress sia la chiave di tutto: la donna che trasloca non ammazza il marito, ma sperimenta lo stress equivalente.
Gli uomini sono tra le maggiori fonti di seccature per noi signore, quando un uomo non trova più la cassettiera al suo posto invece di lamentarsi e chiedere "dove sono i calzini?" dovrebbe prepararsi al peggio.
Quando le donne spostano i mobili dentro casa cambiano l'equilibrio dell'intero Pianeta, una particolare forma di stregoneria dall'apparenza innocua, ma infallibile.
La #DannataDonna single sposta i mobili di casa quando sente bisogno di cambiamenti positivi... così ho pensato che intanto che non cade il governo potrei spostare il divano un po' più in là.