forse

sabato 21 maggio 2016

Bugiardi in malafede

Come in un angosciante romanzo di fantascienza mi aspetto qualche legge che legalizzi la menzogna, perché quelle che promuovono l'ignoranza e la stupidità già esistono.
Il meteo non pago di non imbroccare mai una previsione si è "arricchito" con i dati sulla qualità dell'aria.  
Mentre nulla posso eccepire sul monossido di carbonio perché non lo vedo come i batuffoli del tarassaco, i miei occhi gonfi e lacrimosi, la rinite allergica e una vaga difficoltà nel respiro confermano che nell'aria si trovano pollini di oleaceae, graminaceae ed urticaceae... ce ne sono anche altri, ma non mi danno allergia.
Insomma è come quando dice che c'è calma di vento mentre lo Scirocco ti si porta via le tende o dice che è nuvoloso mentre ti stai procurando le prime ustioni da sole.
È come quando dicono che le cose vanno meglio mentre continuano a chiudere attività commerciali e aziende a licenziare le persone.
Sono balle!
Poi rimango a rimuginare su chissà quante altre cose ci mentono e quante vengono taciute o nascoste per creare una realtà illusoria... tutto questo un tempo mi dava l'ansia, adesso mi fa arrabbiare: una persona sola può intentare una causa, ma in tanti ci spetterebbe una rivoluzione.