forse

sabato 26 marzo 2016

Meteonoia

Ho guardato il meteo come quando leggi l'oroscopo sperando in una una bella frase come: "tutto andrà come vuoi",  non è vero, ma non importa; anche il meteo spesso si sbaglia e non sempre m'importa del tempo che fa fuori,
Non avendo nessuna attività all'aperto, spesso mi compiaccio del simbolo con la nube grigia sopra il sole perché ogni età ha la domanda idiota che ti rincorre, ogni fase della vita, incluso il sopravvivere a qualcosa di brutto, come se per me il sole dovesse essere una donazione speciale.
"Cosa farai da grande?" m'era parso abbastanza, invece l'esistenza s'è colmata di migliaia di domande sceme e le peggiori sono quelle sul tempo.
"Hai visto che bel sole, sei contenta?"... 'zo no, ho la fotofobia.
"Cosa fai a casa con questa bella giornata di sole?" ... evito di incontrare gente come te.
"Guarda che sole! Oggi andrai al mare!" ... anche no, fatevi un'idea realistica di cosa sia andare al mare a Trieste: un autobus all'ora di punta con aggiunta di cani, merende e olio solare.
Non sono mica matta.
Se c'è sole pazienza, prima o dopo tramonta pure lui e finalmente mi è chiaro il senso di "andare a letto con le galline" che non è riferito a una questione di pollaio quanto ai ritmi circadiani delle persone con scarsa fantasia.