forse

venerdì 19 febbraio 2016

#DannatiSfruttatori

Oggi ringhio contro i #DannatiSfruttatori.
Le cose riferite dai media si prendono con beneficio d'inventario, salvo rendersi conto che quella che un tempo fu "l'informazione" oggi è diventata semplice propaganda.
Non si chiama "ripresa" quando la gente impara a sopravvivere con poco, non è migliorato un bel niente se le famiglie risparmiano anche sul cibo: è l'orlo del baratro.
Così mentre vedo il vicino di casa che vende l'automobile perché non ce la fanno, l'amica licenziata e assunta di nuovo a metà stipendio, la segretaria del dentista pagata con i voucher: mi deprimo.
Ieri ho scambiato quattro chiacchiere con un giovane che lavora per 8 ore al giorno, ma è pagato per 4; la sua fidanzata lavora in un centro benessere per 5 Euro all'ora... ma solo per le ore lavorate effettivamente e certi giorni guadagna solamente 10 Euro, naturalmente in nero.
So di un caffè in centro che ha sempre dipendenti in prova, non paga mai nessuna... allora abbiamo cominciato ad evitarlo, lavorando un po' di meno le proprietarie potranno cavarsela da sole e piantarla di truffare le ragazze.
Dovremmo boicottare quelli che sfruttano i lavoratori, come facciamo con chi testa i prodotti sugli animali, con chi mette l'olio di palma nei biscotti e tutte quelle cose che non ci piacciono.
Facciamo che oltre alla licenza venga esposto il libro matricola e smettiamo di essere complici dei #DannatiSfruttatori.