forse

mercoledì 1 aprile 2015

Animale sbagliato

Davide Di Martino - Ansa
Irene non era andata via, era morta.
Il suo corpo è stato trovato in un sacco della spazzatura.
Daniele Di Martino scontava una condanna per maltrattamenti agli arresti domiciliari, probabilmente ambiva all'ergastolo, spero lo possano accontentare al più presto.
Sembra che un testimone l'ha incrociato mentre trascinava il sacco fuori dalle cantine del palazzo dove vive, avrebbe nascosto il corpo di Irene per alcuni giorni e quando ha iniziato ad emanare un cattivo odore l'ha potato via così, in un sacco per la spazzatura, nemmeno troppo lontano da casa sua.
Questo demente ha tentato di difendersi dicendo "lei frequentava altri uomini", però i tre anni e nove mesi per averla picchiata li stava scontando lui e non gli "altri uomini", non capisco il perché di questi domiciliari, fosse rimasto in carcere Irene sarebbe ancora viva.
Ragazze e signore: lasciateli perdere, anche se vi domandano scusa con il capo cosparso di cenere, vi giurano che non accadrà mai più e balle varie... non è vero: gli uomini violenti devono rimanere da soli.
Se proprio volete una compagnia prendetevi un uomo vero e se vi piacciono gli animali prendete uno di quelli che si portano dal veterinario.