forse

giovedì 12 febbraio 2015

Per caso, di fretta

Sono in un momento felice, immaginando mia figlia a Barcellona, mi sembra di vederla in quel modo che non sono neanche sua madre.
La vedo come una donna vede un'altra donna, la vedo giovane adulta e il mondo si trova senza dubbio sotto a quei bei piedini, sotto le lunghe gambe e sopra i tacchi alti, mentre il cielo è tutto nei suoi occhi.
Penso che è strano questo punto di vista inatteso, l'ho sempre trovata bellissima perché era la "mia", ma se penso di non conoscerla la trovo bella, sexy e pure misteriosa.
Mi affascina tutto quel suo andare lontano nel tempo e nello spazio e se invece fossi stata il padre, magari ne sarei un po' geloso.
San Valentino di alcuni anni fa ci ha portato il vero grande amore e chissà quale dei nostri genitori scelse come un presagio quella buffa bomboniera per il nostro matrimonio: nacque prematura, ha sempre avuto fretta.
San Valentino per caso è proprio la mia festa dell'amore.