forse

sabato 14 febbraio 2015

Break the chain

immagine dal web
Tanto per essere un poco originali, oggi, invece di fare gli "innamorati" tra rose, cioccolatini e mutande rosse, facciamo una riflessione sull'amore punto e basta: perché "sfumare il grigio" non è strettamente necessario... è come vedere degli analfabeti alle prese con "l'epistemologia" di Bertrand Russel.
Non ho visto il film, ma il trailer di "lei" con i polsi legati mi fa già girare le scatole, non ho nessun pregiudizio verso i giochi erotici in genere, ma ce l'ho sugli imbecilli perché il confine tra perversione e gioco è sottile.
Per anni, dopo "ultimo tango a Parigi", il burro è stato considerato uno strumento erotico con tanto di risatine ammiccanti quanto stupide.
Propongo di riflettere sull'amore in quanto sentimento di benevolenza e rispetto e sul fatto non casuale che oggi si celebra la giornata mondiale contro la violenza verso le donne: "break the chain".
Mentre una sgallettata si sente "emancipata" giocando al sesso spinto e fa i milioni al botteghino, altrove si pratica l'infibulazione, si perseguitano i non etero e si stuprano le bambine... senza andare lontano: avete idea di quanti bastardi regaleranno rose tra un ceffone e l'altro?