forse

lunedì 8 dicembre 2014

Guarda i ladri

Oggi sono andata in un negozio dei cinesi enorme, ci vendono di tutto, dai bicchieri alle lampadine per l'auto, articoli di cartoleria, giocattoli e decorazioni di ogni genere, così le mie idee già confuse sono completamente evaporate.
Non metterò addobbi in casa, ho trovato un simpatico zerbino che guai a chi lo calpesta.
L'ho sistemato davanti alla porta finestra, nessuno è mai entrato dal balcone.
La giovane commessa dagli occhi a mandorla parlava con un surreale accento romanesco... un po' come sentire i russi con l'accento siciliano: certe volte il mondo sembra un film di Mel Brooks.
Il lunedì festivo rende solamente più traumatico il ritorno alla consuetudine, spero di ricordarmi tutto.
Renzi, con un bel maglione rosso Natale, ha detto che non intende lasciare Roma in mano ai ladri... la cinica che vive in me osserva che quest'uomo produce più disoccupati di un tagliatore di teste.
Bossi che non è un'aquila lo diceva tanti anni fa che a Roma qualcuno ruba, probabilmente anche a Brescia e ovunque vi siano politici che gestiscono flussi di denaro pubblico, sembra una specie di malattia.