forse

mercoledì 17 dicembre 2014

Confidenze

Ero stanca, lo sono quasi sempre, ma certe volte mi va proprio di arrendermi e ho dormito tantissimo.
Mi sono spremuta le meningi per i regali di Natale, li ho trovati un po' al giorno e ho messo la stellina accanto al nome, sull'elenco che avevo fatto.
Poi sto facendo le torte: quella che piace a tutti e tutti la vorranno, una a ciascuno... e loro sono tanti... faccio tante pastiere con o senza canditi e tanto amore.
Così la mia casa odora di vaniglia, arancia e pasta frolla e dentro all'armadio ho un mucchio di pacchetti colorati e infiocchettati, anche se non ho fatto decorazioni particolari, tutta la mia casa è immersa nel Natale, pure il mio cervello.
Dicono che gli uomini hanno poca fantasia per i regali, io credo di essere peggio di qualunque uomo, lo confesso.
I partner non sono esattamente degli "affetti", ci vuole una vita per diventare importante, da me nessuno vince le primarie e non si saltano gli esami.
Quindi regalo accappatoi, completi per farsi la barba di quelli per il pennello e la lametta che nessuno usa più e accessori da scrivania: regali che vanno bene per chiunque in qualunque occasione, con quel qualcosa di "intimo" adatto ad un amante di passaggio, di quelli che non si presentano agli amici perché lo sai che non li vorrai attorno più di tanto.