forse

sabato 6 settembre 2014

Sesso, droga e qualità

Forse sono un po' troppo adulta per aver fatto questa scoperta agghiacciante... di solito avrei detto "allucinante", ma in questo caso sembrerebbe uno di quei giochi di parole scontati, come quelli che fanno da una vita con il mio cognome.
Ho scoperto che anche gli imbecilli nel loro piccolo si drogano!
Vorrei che la droga fosse letale al di sotto di un certo quoziente intellettivo, potrebbe essere la formula per la pace nel mondo.
Quelli con il q.i. basso che non prendono droghe servono per spingere i loro simili a farne uso: un motivarsi a vicenda perfetto come un orologio svizzero.
Il mio proposito di parlare di sesso nei post è impegnativo: ho diviso il pianeta in categorie: quelli che ne parlano e quelli che lo fanno, quelli che ne parlano mentre lo fanno non si possono sopportare e poi ci sono quelli che si drogano per farlo, ma in realtà si drogano per credere di averlo fatto.
La morale del giorno è: facciamoci l'amore invece di una dose.
Prima degli inevitabili commenti sulla mancanza di materia prima, consiglierei i signori "uomini" a leggere su una buona enciclopedia qualche nozione sul "corteggiamento", le donne lo sanno da sempre che le cose che ti tirano dietro non valgono niente.