forse

lunedì 26 maggio 2014

Beatamente a Trieste

Umberto Saba
Lo vorrei sapere chi ha inventato quel modo di dire: "beata ignoranza", non è così, l'ignoranza è dannata.
Le persone ignoranti riescono a sentirsi a disagio anche in una conversazione banale e certe volte si convincono dell'esistenza di oscure trame ordite a loro danno da parte di normali persone che sono a conoscenza di nozioni e qualche blanda certezza.
Erano persone ignoranti quelle che volevano sostenere che la Terra è piatta... e quante streghe bruciate al fuoco dell'ignoranza...
Oggi l'individuo ignorante e diffidente viene definito "paranoico", non accetta il proprio non sapere, preferisce tentare di combattere le certezze degli altri e, in alcuni casi, diventa pericoloso e violento.
L'ignorante-paranoico è quello che immagina che tutto il condominio si sia coalizzato per "fregarlo", subisce torti inenarrabili sul posto di lavoro e paga tasse più ingiuste della gente normale... a Trieste, meno scientificamente, uno così viene definito "una pigna nel qlo".
A Trieste, lontano dalle pigne ti imbatti in indimenticabili personaggi di bronzo e qualche bravo giovane che ti allieta con della buona musica... adoro i suonatori di violino.

video