forse

domenica 25 maggio 2014

Allarme estate

Con l'inizio delle giornate calde, dopo il primo blando buon umore, alcuni incubi si risvegliano nella mente.
Arriva giugno ed è il caso di dichiararlo il mese della prevenzione.
Non sarà un problema tremendo difendersi dal sole, bere a sufficienza, alimentarsi in modo corretto e proteggersi dalle zanzare tigre: ce l'abbiamo sempre fatta e sopravviveremo anche quest'anno.
Ma non sappiamo quali saranno quei "signori" che d'improvviso si presenteranno vestiti in modo raccapricciante con pantaloni modello Pinocchio, calzino corto con scarpa da ginnastica o (peggio) sandali... e canottiere. T-shirt con l'ascella pezzata, camicie con improbabili maniche corte e giubbottini da pescatore smanicati... i cinesi ne vendono a migliaia. 
Si vestiranno o svestiranno male, anzi malissimo con l'aggravante della totale noncuranza per i colori: useranno rosso, arancione o strani verdolini, assurde fantasie scozzesi di tutte le tonalità del vomito.
Qualcuno farà uso di orridi cappellini con visiera ché nasconde tanto bene la calvizie e metteranno litri di profumi e deodoranti da non poterli sentire da tre metri: tutta roba di marca eh... ma somigliano sempre ai bagni dell'autogrill.
Chi di loro d'estate si trasformerà in un mostro?
... e i costumi da bagno alla Ridge portati regolarmente da esseri con il fisico di Depardieu?
Prevenzione, l'estate è pericolosa.