forse

mercoledì 19 marzo 2014

Anche nulla

Oggi è la festa dei papà che spesso sono una cosa diversa dai padri.
Quando ero bambina facevano le pubblicità dei super alcoolici con la cravatta di cartone sulla bottiglia: che cretinata. Mio padre era astemio.
Gli piacevano i bigliettini che facevamo a scuola e i dolci con la crema che preparava mamma, gli piaceva qualunque festa da averci tutti attorno.
Era uno tosto il mio papà, giudicava i miei compagni con un sorriso ironico, lo so che mai nessuno gli sembrava "all'altezza"... chissà chi pensava di avere come figlia.
Una come me, che faccio come lui e non mi piace mai chi sta vicino a lei, la mia bambina, non mi piace che qualcuno non l'ami abbastanza, almeno quanto me... quello è "abbastanza", ma si può migliorare.
Non mi ha insegnato ad andare in bici senza rotelline, mi ha insegnato a cambiare le marce senza la frizione, avere sempre ragione e non discutere con chi non capirà.
Mi ha insegnato che non è troppo male essere soli, sempre meglio di essere cretini.
Accontentarsi nel senso di avere quello che si vuole e non quello che si può: anche nulla è sempre più dignitoso del tedio.