forse

martedì 7 gennaio 2014

Fino a ieri

Vivo in un mondo dove una pagina Facebook intitolata "Vezzi, pizzi e merletti" ha più di 13000 like, presunti democratici illuminati tentano di imporre concetti strabici e zoppi con modalità fasciste e le ricette di cucina sono sempre la lettura preferita dai più.
Dovrei inventarmi il business e scrivere un libro di ricette con la copertina di pizzo e con lo smerlo, intitolato "Ucciderli con dolcezza"... invece no. Volendo approfittare della dabbenaggine altrui potevo essere un talento della politica da bar.
Dopo questa menzione di miei eventuali fallimenti esistenziali devo trovare il buono della vita come: "che culo che l'influenza è arrivata oggi che sono finite le ferie del dottore", suona di delirio quanto il sogno di farmi mettere un rubinetto al naso.
La cosa più angosciante che ho letto in giro oggi è: "finalmente si torna alla normalità" perché non ho notato nulla di particolarmente strano fino a ieri: cos'ho perso?