forse

martedì 21 gennaio 2014

Amore virulento

Ieri è arrivata con un fazzoletto di stoffa tra le mani ridotto ad una palla umidiccia. 
Si è messa a dormire nel mio letto mentre le ho preparato del caffè decente e qualcosa da mangiare perché così fanno le madri.
L'ho coccolata e presa in giro per quel fazzoletto medievale rubato al suo viziato moroso, ho pensato che lui deve avere una madre di chissà quale marca: gli lava e stira i fazzoletti!
Non sono tante le marche di "mammà" ci sono le "ci-penso-io" che di solito hanno i maschi, quelli imbranati, le "fai-come-ti-pare" e quelle "mai-arrendersi".
Non lo so di che marca sono io, l'amerei comunque, qualunque cosa fosse... forse, ma il fatto che sia bellissima, intelligente e colta mi rende tutto facile.
Oggi la penso per i sui dannati moccoli che sono rimasti qui, a farmi compagnia da dentro agli occhi.