forse

lunedì 25 novembre 2013

Le donne sono persone

Oggi sarebbe la giornata contro la violenza verso le donne - quella fisica, una delle tante ricorrenze inutili, ormai non ci basta più il calendario.
Con tutto il rispetto per le colleghe, mi pare che un numero impressionante di ragazzi gay subisce violenze fisiche da parte di stronzetti che nemmeno fanno finta di amarli. 
Cosa passa nella testa dei violenti, dal momento che non viviamo in qualche telefilm americano: non me ne importa niente, non ci servono umilianti definizioni per infami reati, decidiamoci a introdurre l'aggravante sessuale, senza distinzione di genere, diamo a questi detenuti una bella uniforme a colori pastello da indossare tra gli ergastolani: la divisa dei minorati sessuali.
I reati contro le donne sono reati contro la persona, il femminicidio è un termine umiliante, oltre che idiota.
Questa gente ha un corto circuito tra il cervello e le mutande.
Donne sono morte cercando di "capirli", sperando di vederli cambiare e noi dovremmo punirli, non continuare l'opera pia.
Gesualdo Bufalino disse: "La mafia sarà vinta da un esercito di maestre elementari", potremmo dar loro anche questa incombenza, oltre a un dignitoso stipendio?
Ragazze: non cercate di cambiare un uomo, cambiate uomo che è più divertente.