forse

lunedì 28 gennaio 2013

Fai più attenzione

Io sono una sfaccendata autorizzata e certificata, così lascio perdere di circolare in automobile negli orari di punta, fare la spesa al sabato e creare intralcio a tutti coloro che hanno l'esistenza limata dagli orari di lavoro.
Sono uscita verso le dieci, mi ero preparata un percorso perfetto con le varie tappe.
Il bancomat è stato il primo: "non posso erogare denaro, ma se vuoi possiamo parlare di altro"... le parole non sono state proprio queste, ma il senso sì... visto mai?
Ufficio postale affollato, pioggia, in farmacia avevano una cosa sì e una no e allora: basta.
Ho trovato un altro bancomat e un'altra farmacia, pagato il bollettino on line e sono tornata a casa, avrei voluto inchiodare delle assi sulla porta come fanno nei cartoni animati.
Su Rei News c'è la camicetta della giornalista che mi piace, perché non dice dove l'ha trovata? Questa sarebbe una notizia interessante.
Domani vorrei organizzare un blitz al supermercato, oggi mi concentrerò sulla lista della spesa e come non scordarla: ho in mente solo scotch e i guanti di nitrile, vado più di frequente in farmacia e non mi sento normale.

Un abbraccio alle famiglie dei 232 giovani morti nella discoteca, in Brasile, a Santa Maria... se esiste un dio è davvero molto distratto.